Aliadas in Northern India travel blog

L'Ultimo Treno

Treno con Vista

Mezzi di Trasporto


Siamo salite sul treno alle 5 e rotte del pomeriggio e alle 11 del mattino ancora non siamo scese. Nel frattempo ammiriamo dalle porte (spalancate, chiaro!) il panorama che è davvero cambiato...moltissimo verde, piccoli villaggi, gente per la strada, davvero diverso dal paesaggio arido che abbiamo visto finora.

A Calcutta prendiamo uno dei fantastici taxi gialli, ovviamente in comunità, e ci facciamo portare nella zona degli hotel economici. Lì siamo subito scortate da una serie di tizi in cerca di commissione e, dopo aver visto cose irripetibili o posti carini ma a prezzi troppo occidentali, puntiamo su una via di mezzo, concedendoci un posto carino e non troppo caro, la Ashreen Guest House, alle spalle di Sadder Street. E' più di quanto ci aspettassimo.

E Calcutta è proprio così: ci troviamo di fronte ad una città più moderna, più tranquilla, più rassicurante e più comoda di come ci aspettavamo. Anche più occidentale, nel senso che ci imbattiamo in moltissimi turisti, e soprattutto in volontari. Questa è la differenza principale rispetto ad esempio a Bombay, dove quasi non abbiamo visto occidentali: siamo nel Tempio del Volontariato. Io a volte sarei tentata di chiamarlo l'Industria del Volontariato, ma forse eccedo nel cinismo. Sono dei volontari sudamericani ad indicarci il caffè dove andare a pranzare: sono qui da qualche giorno, e aspettano che sia domani, lunedì, il giorno in cui al centro dei volontari di Madre Teresa viene presentato il programma e i volontari vengono smistati tra i vari centri. Al momento ci dedichiamo al pranzo, in questo Sky Café, semplice e dalla cucina fusion, dove ci gustiamo dell'ottimo riso thai attorniate da occidentali che si trovano qui per esprimere la loro solidarietà con il prossimo.

Ripeto, niente in contrario, ma da subito questo ambiente ci suscita delle perplessità: così tanta gente e tutta concentrata in questa città. Sicuramente è l'"effetto Madre Teresa", sicuramente ha a che fare in primis con il Cristianesimo...ma ci sembra tutto un po' finto, come se dopo le vacanze nella natura o nell'ashram ora andassero di moda quelle di volontariato. Pur non essendoci niente di male, uno si chiede perché debbano venire tutti qui, e perché alcuni lascino casa anche solo per due settimane di volontariato qui...forse non c'è bisogno del loro aiuto nei loro paesi? Ci sembra una cosa un po' finta ma certo non fa del male a nessuno, anzi...rende Calcutta e la nostra area molto rassicurante e protetta. Non abbiamo nessuna delle sensazioni di pericolo che ci immaginavamo, né di shock...ancora. Il pomeriggio trascorre nell'esplorazione dei dintorni, una doccia semi-scorticante per far venir via i colori, mentre affidiamo fiduciose maglia e pantaloni alla lavanderia dell'hotel...altro che prova Dash...



Advertisement
OperationEyesight.com
Entry Rating:     Why ratings?
Please Rate:  
Thank you for voting!
Share |